Lezioni di stile dalle donne francesi

I trucchi di stile delle francesi

Il je ne sais quoi francese ha mille volti, esistono però delle caratteristiche comuni che possono aiutare a prendere spunto dall’eleganza parigina.

Lo stile delle donne francesi – siano artiste, studentesse, escorts o manager – è celebre per saper fondere classicità e avanguardia (come il Louvre e la sua Pyramide), raffinatezza e noncuranza. Assolutamente bandita invece la volgarità, che a Parigi è un peccato capitale (una escort Paris sarà sempre di classe).

La prima lezione di stile delle parigine è sentirsi bene con sé stesse. Parigi, nonostante la sua bellezza, è una città arrogante, dura e caotica. I parigini – e ovviamente anche le parigine – imparano presto l’arte della sicurezza di sé e l’importanza di formarsi un proprio gusto personale, fondamentale anche nella moda, perché seguire al dettaglio l’ultima tendenza indica per loro poca personalità.

Da questo deriva anche un certo savoir-vivre che si esprime nell’essere a proprio agio in ogni occasione, sapere tutto di vino e cibo, e non essere mai troppo sorpresi anche di fronte a situazioni nuove (una escort Paris è certamente una donna di mondo).

Ricordate, poi, cosa diceva Coco Chanel? “Prima di uscire, guardati allo specchio e levati qualcosa”. Less is more. Look minimale, dunque: toni neutri, capi classici e mai troppo trucco: un po’ di cipria, mascara e rossetto e via. A fare la differenza ci pensano i gesti e gli sguardi – in cui le escorts da qui sono espertissime – oltre ai piccoli difetti che le francesi amano portare con orgoglio, come una fessurina tra i denti o le sopracciglia foltissime.

E a proposito di classici, c’è un capo iconico e sensuale a cui le bellezze parigine non possono rinunciare e che dovrebbe essere un must have in tutto il mondo: la petite robe noire, l’abitino nero. Perfetto in tutte le occasioni, con moltissime varianti possibili assicura classe e sobria femminilità. Pensate a quello con colletto e polsini a contrasto indossato da Catherine Deneuve in Bella di Giorno, il film che racconta la storia di una giovane moglie borghese che diventa una escort Paris degli anni ’60.

Non amando il look sexy, le francesi hanno imparato a tirare fuori la sensualità dai look più improbabili. Per esempio lo stile tom boy lanciato dalla Nouvelle Vague ha rivelato quanto l’abbigliamento maschile possa essere sensuale e grazioso. Pensate ad Anna Karina con coppola e dolcevita o a Jeanne Moreau vestita da garçonne in Jules e Jim.

La lezione numero uno delle donne francesi

L’impressione che danno le donne francesi è di non sforzarsi troppo per essere belle. Sanno cosa cosa sta loro bene e cosa no. A prescindere da ciò che dicono le riviste e dal mestiere che fanno: cameriere, ballerine o escorts.

“Lo stile francese? Attitude e arroganza”

… ha detto la stilista Carlyne Cerf de Dudzeele. Indossare ciò che piace e si accorda con il tuo stile di vita senza il timore di sbagliare. Anche a scapito di mode e tendenze.

Come spiega la modella Lou Doillon, le francesi “hanno un loro modo di vestire e niente le distrarrà; spesso sono vestite di nero come per dire: sì, sono sexy, ma ho pure un cervello”. È questo profondo amor proprio la lezione numero uno che le donne francesi possono impartire al mondo. Ed è anche il fondamento del loro fascino.

Senza dimenticare ciò che hai sotto i vestiti. In altre parole: cura la lingerie quanto l’abito!